Un indiano Sioux

Un indiano Sioux

Un indiano, Sioux, iniziò ad avere incubi notturni. Sempre più frequenti sino ad averne ogni notte. Durante questi incubi veniva assalito da un lupo ed iniziava una lotta feroce contro l’animale. Tanto era vivido il sogno che al risveglio, durante la notte o la mattina seguente, il suo corpo ed il suo stato emotivo portavano i segni della battaglia avuta in sogno. Esausto un giorno decise di chiedere aiuto ad un saggio anziano del villaggio il quale gli diede un consiglio molto particolare.
Lo invitò a prendere un bastone di legno parzialmente bruciato e tenendolo con il lato indenne usare la parte nera e bruciata per fare una segnatura sul petto del lupo.
Solo in questo modo l’animale avrebbe smesso di aggredirlo.
Così fece, seppur incredulo.
Si coricò la notte successiva mettendo al lato del letto il bastone bruciacchiato, avendo però cura di poter raggiungere rapidamente l’impugnatura pulita vicino alla mano e la parte nera dall’altra.
La notte corse rapida ed il lupo arrivò.
Iniziò la lotta e durante un momento di distrazione del lupo l’indiano riuscì a fare una X sul petto dell’animale che di li a breve se ne andò.
La mattina l’indiano corse entusiasta dall’anziano e raccontatogli l’evento notò un sorriso del saggio.
Perchè ridi dunque? gli chiese…
Apri la tua casacca giovine. Ribadì l’anziano. Il giovane indiano aprì allora la sua casacca e rimanendo senza parole si accorse di avere una grande X nera disegnata sul petto…
Quando smetteremo di dare ad altri colpe che sono nostre? Quando smetteremo di vedere altri come lupi che in realtà siamo noi?

Condividi:

One comment

Avatar

Lascia un commento